Look & Feel: rinnovare e progettare gli spazi per massimizzare l’attrattiva degli ospiti

< Torna agli articoli

Look & Feel: rinnovare e progettare gli spazi per massimizzare l’attrattiva degli ospiti

Nel settore dell’hospitality, l’aspetto e il comfort degli spazi giocano un ruolo fondamentale nella scelta della struttura e nel garantire un soggiorno positivo all’ospite. 
Molto spesso, attuare una ristrutturazione degli ambienti può essere la chiave per rendere il proprio immobile più profittevole dal punto di vista economico.

Innanzitutto è necessario valutare lo spazio che si ha a disposizione e stabilire un budget realistico, identificando le aree che richiedono operazioni prioritarie.
Gli interventi possono essere più o meno invasivi, ma l’importante è che siano ben pianificati. Per tenere tutte le spese sotto controllo, potrebbe essere utile stilare un quadro economico, ovvero un documento iniziale in cui vengono inseriti tutti gli interventi previsti e i costi preventivati per ogni operazione. Inoltre, è bene sempre accantonare una piccola somma extra poiché si sa bene, ogni lavoro può essere accompagnato da qualche imprevisto.
Affidarsi a dei professionisti competenti, sebbene più oneroso, può essere la scelta più efficace per risparmiare tempo e denaro, ottenendo supporto, consulenza, assistenza e garanzie sull’attività svolta.

Dal punto di vista degli interventi più importanti da considerare, sicuramente è doveroso citare il bagno come l’ambiente della casa che più tra tutti necessita di presentare un aspetto gradevole e moderno: un bagno ben curato, non solo aumenterà l’attrattiva dell’immobile ma ne accrescerà anche il valore, giustificando quindi un canone d’affitto più elevato.
Per qualsiasi intervento da affrontare, il consiglio è di optare per materiali di qualità che possano resistere all’usura a lungo termine. È dunque consigliato scegliere pavimenti durevoli, superfici facili da pulire e mobili robusti, che possano perdurare all’uso frequente che ne viene fatto.

Per quanto riguarda la gestione degli spazi degli immobili che si prestano ad affitti a breve termine, è necessario considerare soluzioni intelligenti per massimizzare lo spazio d’archiviazione, come armadi a muro, scaffalature integrate e mobili multifunzionali, in modo tale da creare un ambiente visivamente ordinato e accogliente.

Una volta deciso con quali ristrutturazioni intervenire, è fondamentale sceglierei uno stile d’arredamento coerente che si adatti al tema e al contesto dell’appartamento, mantenendo un equilibrio tra funzionalità ed estetica.

Uno dei trend più popolari degli ultimi tempi è lo stile minimalista-accogliente, facile da replicare poiché consiste nel creare spazi puliti, ordinati, accoglienti ed invitanti, riducendo al minimo gli oggetti superflui, prediligendo arredi dalle linee semplici ed essenziali.
Per aggiungere comfort e accoglienza agli ambienti, è raccomandabile utilizzare tessuti morbidi e colori caldi: dimenticate il bianco ottico alle pareti, preferendo colori più caldi (come il verde salvia, il panna, il crema) e prediligete l’utilizzo di materiali naturali (come legno, marmo e resine).

Un altro stile molto adatto a creare contesti confortevoli, è l’urban jungle. L’inserimento dentro l’ambiente domestico di piante e fiori, oltre ad aggiungere colore e vivacità agli spazi, crea un’atmosfera rilassante e rigenerante, influenzando l’intero soggiorno dell’ospite che, probabilmente, vi risceglierà per un’altra permanenza.

Un ultimo stile che mi sento di consigliare è quello del mix & match, che permette di apportare personalità e riconoscibilità all’immobile. Chi abbraccia questa tendenza, combina stili, materiali e texture diversi per creare un’estetica unica e personale. La caratteristica principale è il gioco con contrasti di colori e forme, mescolando arredi vintage con pezzi moderni per aggiungere movimento visivo agli ambienti.

A prescindere dallo stile scelto, l’aspetto che non può davvero mancare all’interno di una casa è la luce. Ci sono immobili che sono strutturalmente dotati di ampie aperture e di una buona esposizione, quindi offrono diverse fonti di luce naturale. In altre situazioni, meno fortunate, la luce naturale è debole o quasi assente, dunque bisogna esser abili nel ricrearla con giochi ed effetti ottici, poiché la giusta illuminazione può trasformare istantaneamente la percezione di un ambiente.
Ed è proprio qui che entrano in gioco i professionisti citati precedentemente: un buon architetto o interior designer sarà capace, grazie alla sua preparazione e competenza, di trovare le soluzioni che più valorizzeranno l’immobile.

Un ulteriore accorgimento da considerare, nel momento in cui si decide di rinnovare il proprio appartamento, è aggiungere dettagli personalizzati che riflettano la personalità dell’immobile e gli conferiscano carattere e riconoscibilità. Con piccoli accorgimenti come cornici, quadri, specchi, oggetti di design, tende, tappeti e cuscini è facile aggiungere un tocco personale agli ambienti e rendere la casa più accogliente ed invitante.

In conclusione, l’arredamento di casa non deve essere complicato o costoso. Con una combinazione di creatività e buon gusto, è possibile trasformare l’immobile.
Perché ricordate: ristrutturare un appartamento da rendita con materiali di qualità ed interventi importanti non è solo un investimento nel presente, ma una promessa di valore e redditività per il futuro.